Dragonomics - Soccorso cinese per le banche europee

La conglomerata Hna sarebbe interessata ad acquisire, e salvare, Hsh Nordbank. Per i cinesi sarebbe il secondo investimento nel sistema bancario tedesco. Da poche settimane sono infatti il quarto investitore in Deutsche Bank




Prima Deutsche Bank e ora potrebbe essere il turno Hsh Nordbank. L’attivismo dei cinesi di Hna nel settore bancario tedesco potrebbe aver trovato, secondo indiscrezioni, un nuovo obiettivo. Il gruppo fondato da Chen Feng, le cui attività spaziano dagli alberghi all’aviazione, dalla finanza alla logistica, sarebbe infatti tra le società che hanno presentato offerte preliminari per l’acquisizione dell’istituto tedesco, controllato all’85% dai Lander di Amburgo e Schleswing-Holstein.

Dal 2008 la landerbank ha fatto svariate richieste di aiuti di Stato, di cui l’ultima (un aumento delle garanzie da 7 a 10 miliardi) approvata dalla Commissione Ue nel 2013 poco prima delle nuove interpretazioni della normativa sul burden sharing. Il sostegno pubblico non è comunque bastato a rimettere in sesto l’istituto, per la cui cessione ci sarà tempo fino a febbraio 2018. In caso contrario la banca chiuderà.

Al momento le offerte preliminari ricevute sono circa una decina. Oltre a quella di Hna si parla anche di un’interesse del fondo Apollo. «La privatizzazione non è un esito scontato», ha però ammonito Stefan Ermisch, ceo di Hsh. Nel 2016 la landerbank aveva ancora accantonamenti per circa 2 miliardi per asset deteriorati legati al settore dello shipping. Ma proprio il peso nel comparto della navigazione potrebbe aver destato l’interesse di Hna.

L’operazione rientrerebbe d’altra parte nell’ambito dell’iniziativa Belt and Road, che prevede il porto di Amburgo quale uno degli sbocchi della rete logistica e commerciale, sia terrestre sia marittima, tra Estremo Oriente ed Europa pensata da Pechino come rilancio moderno dell’antica Via della Seta. Da qualche tempo ormai si fanno inoltre sempre più insistenti i rumors sull’attenzione dei cinesi per il comparto bancario europeo. A muoversi per prima è stata proprio Hna, salita di recente al 4,6% nel capitale di Deutsche Bank.

[Scritto per Mf-Milano Finanza]

Commenti